Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Europa’


Che senso ha ormai la festa del ‪#‎lavoro‬? Bisogna andare oltre. Lavorare meno, consumare meno, mangiare meno. Scambiare di più, scambiare soprattutto il proprio tempo e le proprie abilità per gli altri. Non si tratta di fare volontariato. Si tratta di ‪#‎economia‬.

Soluzioni?

Il primo maggio a Tv5 monde, il TG svizzero parla di #RBI. Cos’è?

Il Revenu de base inconditionnel è qualcosa per il quale in italiano non possediamo nemmeno una definizione. Posso provare con la traduzione “reddito di base incondizionato”?
Al Tg svizzero dicono che “si tratta dell’altra vita, la vita al di là del lavoro, che ora sembra contare di più”. Quella che per molti giovani, vecchi figli della precarietà di questo momento storico, è diventata la più importante.
Sempre più persone dei paesi dell’‪#‎Europa‬ civile, chiedono a gran voce di istituire un reddito universale per chi non vuole fare del lavoro una prioità e anche per chi invece lo vuole. Gli uni potranno vivere modestamente, gli altri proseperare.

Il pensiero alla base dei comitati RBI europei non si oppone al sistema attuale e per questo può essere efficace e propositivo. Non discostandosi dal liberalismo economico, potrebbe convenire a tutti gli schieramenti e nel tempo potrebbe sorprenderci cambiando la struttura del capitalismo dall’interno: la cultura del lavoro si modificherebbe.

Se la società fosse meno ossessionata dall’importanza al lavoro, da questo tipo di modello economico-lavorativo, potrebbe anche modificare l’autodistruzione in corso: dall’attuale concetto di crescita economica, all’idea che i problemi ambientali, le migrazioni, le guerre, le risorse, insomma le conseguenze della crisi a tutto tondo della società 3.0, siano secondari.


Per ora solo la ‪#‎Finlandia‬ ha iniziato la sperimentazione, nonostante non sia fra i paesi finanziariamente più stabili. Ciò dimostra che il reddito universale è una misura possibile anche in tempi di crisi e per di più necessaria all’avvio di una nuova eco-economia che affronti la precarietà, o meglio la molecolarizzazione del ‪#‎lavoro‬ 3.0.

 

Fonti e ispirazioni :

 

C’è chi ne parla :

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/05/come-si-finanzia-reddito-di-base-incondizionato/520608/

Annunci

Read Full Post »


Dopo l’ennesimo stupro di gruppo dallo stesso setting (“bravi ragazzi” che perpetrano violenza su delle giovani minorenni) appena accaduto in terra di Tuscia, nel Viterbese, più precisamente sulla strada Cassia direzione Acquapendente, ritrovo sui giornali i seguenti commenti: “le ragazze sono state imprudenti”. Nemmeno una, neanche mezza menzione alla violenza e alla meschinità di un atto imperdonabile come lo stupro.
Riassumo: italia, popolo di maschilisti, ignoranza e ristrettezza mentale..

(altro…)

Read Full Post »


Sono cominciate nelle acque a sud-est di Cipro, le trivellazioni per l’esplorazione e lo sfruttamento delle risorse naturali sottomarine nella zona di confine con le acque territoriali israeliane. Non si è fatta attendere la reazione della Turchia che, a poche ore dalla diffusione della notizia, ha affermato di voler cominciare a sua volta trivellazioni. Ankara, che appoggia la Repubblica turca di Cipro del Nord e mantiene una presenza militare nella zona, infatti, sostiene che ogni risorsa naturale trovata offshore appartenga ad entrambe le comunità di greco-ciprioti e turco-ciprioti.

In una settimana – ha detto il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan – la Turchia potrebbe avviare operazioni di esplorazione di gas e petrolio in accordo con la Repubblica turca di Cipro del Nord: “Abbiamo fatto questo passo e in breve tempo, forse questa settimana stesso, potremo cominciare a lavorare nella regione economica esclusiva”, ha sottolineato Erdogan, aggiungendo che l’esercito turco monitorerà le attività con aerei, una fregata e un cacciatorpediniere.

Intanto, secondo quanto affermato al quotidiano cipriota ‘Famagusta gazette’ dal responsabile del settore energetico di Cipro Solon Kassinis, le trivellazioni portate avanti dalla società americana Noble energy procedono a ritmo sostenuto e si prevede dureranno 73 giorni.

Dal 1974 l’isola di Cipro è divisa in due: la repubblica di Cipro riconosciuta a livello internazionale e dal 1º maggio 2004 membro dell’Unione europea e la Repubblica turca di Cipro del Nord riconosciuta dal solo governo di Ankara. Da qualche anno sono in corso trattative per la riunificazione dell’isola ma, dopo queste ultime tensioni, il ministro turco per gli affari ciprioti Beşir Atalay, in dichiarazioni riferite dall’agenzia di stampa Anadolu, ha affermato che “se l’Unione Europea assegnerà la presidenza di turno a Cipro nel 2012, prima della conclusione dei negoziati di pace, la vera crisi sarà fra Turchia e Unione europea”.

(pubblicato per MISNA.org)

Read Full Post »

Scuola Ambulante di Agricoltura

il pensiero che fa, il fa che pensa

Cristina Rosati

scegliere cosa raccontare è un atto di resistenza

Mazzetta

Ce la possiamo fare

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Le Comptoir

« Le comptoir d'un café est le parlement du peuple » Honoré de Balzac

Centro Immobiliare

IL CLIENTE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI

Carteggi Letterari - critica e dintorni

webmagazine di cultura, arte, musica, attualità, letteratura, poesia

Polvere da sparo

Sono figlio del cammino, la carovana è la mia casa _Amin Maalouf_

ilportodellenuvole.wordpress.com/

I tessitori di nuvole hanno i piedi ben piantati per terra

wonder-in-elis

scritturapoesiaspokenwordvideoscript

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

womenareurope

Per un'altra Europa - Towards a different Europe

Askavusa

Collettivo

WOMEN NOT AFRAID

“Siamo pervase dalla nostalgia per l’antica natura selvaggia. […] Ci hanno insegnato a vergognarci di un simile desiderio.” C. P. E.

Frank Iodice

«Lo scrittore è una persona vigliacca, opportunista, sacrificata al gioco continuo della forma e della trama. Un individuo destinato alla perpetua insoddisfazione.»

Umbria Take Away | Umbria Take Away

"dall’Africa ‘o Mediterraneo st’anema nun se ferma maje.."

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Caffè Letterario

E' un punto d'incontro di blogger

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

pensieri&fatti

È il proprio tempo preso nel pensiero - Friedrich Hegel

BatBlog

pensieri per resistere, idee per vivere. meglio.

PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

Nomfup

Only connect

Stefania Boleso

Small marketing talks

DonneViola

Siamo Donne Viola, donne che non hanno bisogno di urlare e prevaricare per far sentire la propria voce nella società

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: