Feeds:
Articoli
Commenti

Une amie


J’ai rêvé la tristesse, elle m’a envahi, ne se cache plus, elle m’a trahi.
Elle me traite de clochard mais elle est toujours là, ne m’abandonne pas, se plaque contre moi.
Elle me suggère de rester seule, réfléchir avec mon aliénation, cette rêverie sans sensations, privée de force et de contenu, puisque – elle dit – peut-être après je trouverai mon issue.

Un’altra vita


Un ultimo sguardo al canale che mi ha introdotto nel cuore di questa frenetica e grigia bellezza. Un vago souvenir mi ricorda il primo incontro, il suo fare pretenzioso immutato.
È tempo di lasciarsi. Ogni amore deve finire, almeno questo è chiaro. Tengo solo a recuperare le sensazioni fra le tue braccia, a non detestarti per le continue alzate di testa; perché bisognerà pur riuscire a crescere una vita e poi un’altra, in continuum, senza recidere.
Nella mia futura, io sarò qualcos’altro, uno diverso: avrò messo su un abito non adatto ai balli d’un tempo, scarpe più robuste e una soffice maschera d’argilla; al collo seta rossa a sostenere le mie intenzioni e un tessuto saldo ai fianchi, pronto per la raccolta di un altro strato.

11270214_10153225964884000_4775256627829023824_o  11206848_10153225964469000_5001472056201454108_o

Donna, in fine


Sono nata per sbaglio
frutto del tramonto
atomo di un nucleo in esplosione.
Il cruccio dipinto
Imboccata a fatica
Trascinata
in negozi angusti
Da una mano serrata.

Specchio
di un languore sommerso
Scricciolo
stridente incomprensione.
Pagliaccio fra le grandi
Timorosa e rabbiosa
Poi timorata
..
Infine donna

Viterbo (?) 19 luglio 2011

Confidenza


C’è gente che com’umanità non me dice gnente, ma poi esce fori ch’è n’artista, ‘n capo, o ‘n gran sapiente.

C’è poi chi pensa de nun vale’ gnente, ma c’ha tanta umanità pé fa na sorgente.

Ma allora poi me dico : se la gente poco umana po’ fa’ na vita meno grama

co’ n po’ d’indifferenza po esse pure che se po ottene’ na reggenza.

E’ cche semo sempre là : nun basta esse umani, ce so bboni tutti!

Tocca pure esse dritti, rigorosi e strutti e pensa’ che magari pure noi

comme l’altri semo bboni e je la potemo fa’.

Mancanza


Mi mancavano i vicoli parlanti
le notti ambulanti
le sofferenze e gli stupori
i pensieri riflessi
senza clamori.
Mi mancava un’amica
le donne della mia vita
la memoria
la storia
la perdita di una persona cara
la saggezza amara.

Mi mancava capire
conoscere, essere parte.

Viterbo, 16 luglio 2014

Come sono



Nietzsche scriveva: “Tutti gli uomini, di tutte le epoche, e ancora oggi, si dividono in schiavi e liberi; perché chi non dispone di due terzi della sua giornata è uno schiavo, qualunque cosa sia per il resto: uomo di stato, commerciante, impiegato statuale, studioso.”
(Umano, troppo umano I, 1878, 68).

Pascal appoggiava: « […] ho scoperto che tutta l’infelicità degli uomini proviene da una cosa sola: dal non saper restare tranquilli in una camera. […] ho voluto scoprirne la ragione, ho scoperto che ce n’è una effettiva, che consiste nella infelicità naturale della nostra condizione, debole, mortale e così miserabile che nulla ci può consolare quando la consideriamo seriamente. »
(Blaise Pascal, Pensieri, 139)

I latini opponevano l’ ‘otium’, un tempo libero e dedito agli studi al ‘negotium’, il negozio, tipico di una vita volgare e indaffarata.

Apollinaire componeva:
“La mia camera ha la forma di una prigione
Il sole tende il suo braccio dalla finestra
Ma io che voglio fumare per fare dei miraggi
Accendo al fuoco del giorno la mia sigaretta
Non voglio lavorare, voglio fumare”
(Hôtel, Le Guetteur mélancolique, 1913)

A me proprio non va giù di dover lavorare, costretta nelle logiche e nei rapporti professionali, dove l’onestà è poca cosa e la lotta fra le specie lavorative è diventata naturale.
E poi tutto sto tempo speso a guadagnarsi da vivere, quando invece bisognerebbe imparare a morire.

Centro Immobiliare

IL CLIENTE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI

carteggi letterari

critica e dintorni

Polvere da sparo

Sono figlio del cammino, la carovana è la mia casa _Amin Maalouf_

Navigando in Genere

wonder-in-elis

scritturapoesiaspokenwordvideoscript

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

womenareurope

Per un'altra Europa - Towards a different Europe

Askavusa

Collettivo

Articoliliberi

La vraie littérature est faite de vie, pas seulement de mots.

Umbria Take Away | Umbria Take Away

"dall’Africa ‘o Mediterraneo st’anema nun se ferma maje.."

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Caffè Letterario

E' un punto d'incontro di blogger

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

pensieri&fatti

È il proprio tempo preso nel pensiero - Friedrich Hegel

Bloggercreativa

Quello che può fare una donna in rete

BatBlog

pensieri per resistere, idee per vivere. meglio.

PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

Nomfup

Only connect

Stefania Boleso

Small marketing talks

DonneViola

Siamo Donne Viola, donne che non hanno bisogno di urlare e prevaricare per far sentire la propria voce nella società

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 58 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: